Nuove linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Logo degli WHO

Di Masatomo Ueda

Le nuove linee guida dell'OMS indicano più moto e meno sedentarietà

Il 25 novembre 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS o WHO in inglese) ha pubblicato le nuove linee guida per l’attività fisica. Il logo che vedi qui sopra è ovviamente quello della band (The Who, per chi non li conoscesse), ma le lettere sono le stesse.

A prima vista, in queste linee guida dell’OMS non sembra esserci molto di diverso rispetto alle ultime, pubblicate nell’ormai lontanissimo 2010, ma andando un po’ più nel dettaglio si scopre che ci sono alcune differenze importanti.

Una grossa novità è dovuta all’introduzione di diversi profili, come ad esempio le donne in gravidanza e post-parto, e del concetto di riduzione della sedentarietà.

Bambini 5 – 17 anni

  • Almeno 60 minuti al giorno di attività fisica (prevalentemente aerobica) a intensità moderata o vigorosa;
  • Almeno 3 giorni alla settimana di attività.

Le linee guida dell’OMS per i bambini sono pressoché rimaste le stesse.

Linee guida dell’OMS per adulti 18 – 64 anni

  • 150 – 300 minuti settimanali di attività fisica a intensità moderata oppure 75 – 150 di attività vigorosa;
  • È possibile fare una combinazione delle intensità di cui sopra;
  • Più di 300 e di 150 possono comportare maggiori benefici;
  • Almeno 2 allenamenti settimanali di rafforzamento muscolare;
  • Non è più indicato di fare almeno 10 minuti di attività per volta.

Rispetto al 2010 viene dato un range di minuti ad intensità moderata e vigorosa anziché indicare dei valori assoluti, che erano 150 e 75 rispettivamente. Inoltre fare attività moderata per più di 300 minuti e vigorosa per più di 150 minuti comporta maggiori benefici, mentre nel 2010 ci informavano che i maggiori benefici sarebbero arrivati andando oltre 150 e 75 minuti.
Rispetto al 2010, infine, è stata rimossa la necessità di svolgere almeno 10 minuti di attività per ottenere benefici: il rationale dietro a questa eliminazione è che anche pochi minuti di attività fisica sono meglio che non farne del tutto.
Come 10 anni fa, l’OMS consiglia di fare almeno 2 allenamenti settimanali di forza.

Adulti dai 65 anni in su

Le linee guida relative alla popolazione di 65 e più anni sono pressoché identiche a quelle degli adulti 18-64. In aggiunta, viene raccomandato di allenarsi almeno 3 volte a settimana in attività fisica variata multimodale (quindi non focalizzarsi su una singola tipologia di attività) che mettano l’enfasi sull’equilibrio funzionale e il rinforzo muscolare.

Linee guida dell’OMS per le donne in gravidanza e post-parto

Non presenti nel 2010, quest’anno sono state introdotte anche le linee guida specifiche per le donne in gravidanza e post-parto.

  • Fare attività fisica durante tutto il periodo;
  • Almeno 150 minuti settimanali di attività aerobica a intensità moderata;
  • Praticare attività aerobica e di rinforzo muscolare, oltre a del leggero stretching;
  • Chi precedentemente praticasse attività fisica ad alta intensità, può continuare a farlo anche durante e dopo la gravidanza.

L’ultimo punto della lista è molto interessante: si è sempre pensato che le donne in stato interessante avrebbero dovuto fare attività fisica moderata a prescindere dallo storico personale. Da oggi, invece, si dice esattamente il contrario: se ci dai dentro, continua a darci dentro (con la supervisione di personale medico specializzato).

La tua palestra ha chiuso e non sai come allenarti? Vuoi allenarti per almeno 3 giorni alla settimana con istruttori qualificati che ti guidino nel tuo percorso? Prova gratuitamente i corsi online di Umeboshi Training, ti stiamo aspettando.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] movimento, quindi, come suggerisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità e come suggeriamo noi di Umeboshi Training. Perché una vita in movimento è una vita da godersi […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.